Vedrai…

Associazione di Volontariato

Computer e sindrome di Rett

“Sindome di Rett: ipermedialità e apprendimento con il computer”

Il MIUR ha approvato il Progetto:
“ Sindrome di Rett: ipermedialità e apprendimento con il computer” presentato dall’I.C. Pertini di Ovada in relazione al bando “Azione 6: progetti di ricerca per l’innovazione tecnologica e didattica nell’uso delle nuove tecnologie per l’integrazione scolastica degli alunni disabili”. L’Istituto Comprensivo “S.Pertini”, fa parte delle 26 scuole in Italia che hanno ottenuto l’approvazione dal Ministero rispetto alle oltre ottocento scuole che hanno presentato i progetti. Il progetto coinvolge altri tre enti partner: il dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano; l’Associazione italiana Rett con sede a Siena; l’Istituto di istruzione superiore Marconi di Tortona. Il filo conduttore è la sperimentazione delle TIC con bambine affette dalla sindrome di Rett, una malattia
dello sviluppo neurologico molto grave che colpisce soggetti di sesso femminile nei primi due anni di vita. Ci si occuperà di realizzare semplici modelli di Quaderni ipermediali da utilizzare con bambine colpite da sindrome di Rett. Il Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano e l’Associazione italiana dei genitori Rett si occuperanno sia della sperimentazione dell’ausilio “Eye tracker” sia della predisposizione di un modello di ipermedia esportabile.
L’Istituto superiore Marconi di Tortona si occuperà di iniziative di informazione e formazione per insegnanti e operatori socio-sanitari sulle risultanze del progetto.

Esperienze in corso con il computer

La sperimentazione presso il laboratorio di Ovada è iniziata quando una bambina Rett aveva otto anni ed ha iniziato a frequentare il laboratorio “Psicosi, autismo e multimedialità”. Oggi la ragazza ha quattordici e sicuramente ha registrato sensibili progressi sul piano del contatto oculare, dell’attenzione, della durata dell’impegno nell’attività. Lo strumento computer visto come interlocutore multimediale ha consentito di realizzare numerosi quaderni. Gli argomenti sono partiti da un’identificazione degli oggetti e delle persone a lei più vicine, per poi passare ai colori, alla distinzione tra giorno e notte, ai giochi, alla casetta, alla scuola. Via via che l’attenzione si è consolidata si sono affrontati argomenti maggiormente riconducibili all’apprendimento di tipo scolastico: l’aria, l’acqua, la terra, il fuoco; la fiaba di Biancaneve; i fiori e la vegetazione.

Presentazione dei lavori ipermediali ad HANDIMATICA

L’Istituto comprensivo S. Pertini di Ovada sarà presente nei giorni 27-28-29 novembre 2008 a Bologna (Palazzo dei Congressi – zona Fiera) con uno stand alla prossima edizione di Handimatica. Sabato 29 novembre alle ore 10, 30 saranno presentati i Quaderni ipermediali realizzati nel Laboratorio della Scuola Pertini in questi due anni di intenso lavoro con la ragazza con sindrome di Rett.
Chi è interessato ad incontrarci a Bologna può contattarci direttamente 0143-80135 oppure inviare una mail a: vedrai@mediacomm.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.